L’uguaglianza sociale


Ginevra Macchi,
19 anni, Giubiasco


L’uguaglianza sociale - che si applica ai diritti e ai doveri della persona, considerati in termini di giustizia - è un ideale che dà ad ognuno, indipendentemente dalla sua posizione sociale e dalla sua provenienza, la possibilità di essere considerato alla pari di tutti gli altri individui in ogni contesto. Si tratta di un ideale presente, almeno come tale, in tutti i paesi civilizzati, come rivendicazione di pari dignità individuale e sociale per tutti. Troppo spesso viene usata la parola uguaglianza ma siamo davvero in grado di capire cos’è? Sono partita dal presupposto che tutti noi sappiamo di essere differenti nelle condizioni di partenza del nostro esistere umano e di avere capacità differenti perché ognuno di noi ha diverse attitudini con le quali affronterà la propria vita. Ognuno di noi ha il proprio profilo originale e la sua creatività, ed un bagaglio di esperienze differente. E allora, in che senso possiamo affermare di essere tutti uguali? E che la connotazione dell’uguaglianza ci appartiene come persone in tutto il nostro mondo? Possiamo affermarlo nel senso che ognuno di noi, nella propria differenza, deve poter arrivare a essere la persona che è, con il suo profilo umano e le sue attitudini diverse da quelle degli altri, con un cammino di vita personale tracciato secondo le proprie scelte di valori umani e di progetto di vita. L’uguaglianza sta nella possibilità di dare a tutti la propria identità e dignità di umano. possiamo dire perciò che siamo tutti uguali nella nostra dignità, nella libertà delle nostre scelte, nell’esercizio dei nostri diritti/doveri.

In quest’ opera ho proprio voluto enfatizzare il concetto di diversità e di uguaglianza che pur essendo opposti sono strettamente correlati sul piano “diritti umani”. La foto di sfondo è stata realizzata con un’esposizione lunga e la figura soggetto che risulta essere anonima dovrebbe rappresentare sia l’umanità in generale ma anche il singolo giocando quindi sull’individualità e la Massa. Ovvero abbiamo tutti gli stessi diritti di uguaglianza pure essendo ognuno di noi unico. La rete posta davanti simboleggia invece la chiusura e la gabbia in cui le persone vengono “chiuse” quando vengono private della loro uguaglianza e dei loro diritti. L’opera nel complesso risulta essere poco intellegibile e misteriosa proprio per enfatizzare il concetto di uguaglianza di tutti gli uomini e di tutte le etnie.